sabato 7 febbraio 2009

Pensiero stupendo



Nerone. L'ammazzacristiani.

10 commenti:

yodosky ha detto...

Eh, non ci son più le brave persone di una volta.

tic. ha detto...

Addavenì Nerone. Addavenì!

Zimisce ha detto...

Imperatore amatissimo dai romani, che ancora due secoli dopo lo ricordavano con affetto. Altri con il simpatico hobby... Decio, Diocleziano...

Ma va ricordata soprattutto ma soprattutto quella sfortunata e superbissima mente: Giuliano l'Apostata. Solo a pensarci mi commuovo. Gaveva capì tuto.

luciano ha detto...

Non condivido. Capisco ma non condivido.
(Per chi non mi conosce: io sono cristiano. però laico laicista, protestante valdese e non cattolico papista)

tic. ha detto...

Non è certo per i Valdesi, Lucià (che è ormai dieci anni che ricevono il mio otto per mille).
E' solo per i cattolici romani.
E comunque, si fa sempre per dire...

Zimisce ha detto...

massì, sior luciano, purtroppo i cristiani son vittima dell'efficace propaganda del soglio di pietro ovvero: "quelli lì siamo noi".

in questo veramente il povero Apostata avrebbe reso un buon servizio al Cristianesimo: non fosse mai diventato religione di stato sarebbe stato meglio per tutti. "pochi ma boni" come si dice. e Ratzi adesso sarebbe gerofante di Mitra.

yodosky ha detto...

C'è anche una grotticella da queste parti, dove a mio parere potrebbe operare il sacro rito di Mitra.
Non vi spiego qual è.

Zimisce ha detto...

ma tipo quella del museo di cui si parlava altrove?

scherzi a parte, c'è davvero un mitreo a duino.

luciano ha detto...

Ovviamente io (ma lo direi anche di voi) sono contrario al rogo o all'esecuzione di chiunque.
Fatte salve certe eccezioni (ad esempio Hitler. E infatti uno dei più grandi teologi del Novecento, il protestante Dietrich Bonhoeffer, partecipò a uno dei progetti di uccisione di Hitler. E per questo pagò con la propria vita)

yodosky ha detto...

@ Zimisce: sì, io intendevo quella di Duino. "Quella del museo di cui si parlava altrovè" ahimè, non me la ricordo. Ma sarà sicuramente stato qualcosa di turpe.