giovedì 10 luglio 2008

Parole celebri dalle mie parti (n.26)


"Non vi è eresia né filosofia tanto aborrita dalla Chiesa quanto l'essere umano."

(James Joyce)




P.S.
"La corte d'appello di Milano, prima sezione civile, accoglie il reclamo proposto dal signor Beppino Englaro (...) e l'istanza di autorizzazione a disporre l'interruzione del trattamento di sostegno vitale artificiale".
Queste parole significano che Eluana Englaro, in stato vegetativo permanente da 16 anni 5 mesi e 22 giorni, può finalmente essere lasciata andare.
I giudici indicano le disposizioni a cui dovranno attenersi i medici nell'attuare il decreto: smetteranno di nutrire e di somministrare antibiotici; dovranno continuare comunque a somministrare sedativi a questa ragazza sfortunata che si trova "immersa nella non-vita" (parole del suo coraggioso padre) dal 18 gennaio 1992; dovranno mantenere fino alla fine "un adeguato e dignitoso accudimento accompagnatorio della persona".
Ha detto Beppino Englaro: "Perdere una figlia è tragico, ma purtroppo succede. E questo è umano. Ma vedere la violenza terapeutica, una figlia invasa da mani altrui, costretta a stare in un letto quando ogni cura è inutile, quando sta immersa in una non-morte, in una non-vita, e lei non l'avrebbe mai voluto, ecco, era ed è inumano. (...) Eluana non avrebbe mai fatto male a nessuno. Perché continuare a far del male a lei, a quello che restava di lei?".
Il Vaticano ha già bollato la sentenza come "gravissima".
La curiosissima Destra italiana - libertina, certo, ma pure perdutamente papista - è (come si dice?) insorta e, come un sol uomo, parla (urla...) di "una decisione abnorme, un pericolosissimo precedente".
La mia sensazione è la povera famiglia Englaro non abbia ancora finito di penare.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Io che sono laico e valdese (oltre che appassionato lettore di Casanova) provo nausea davanti alla destra italiana. Uno schifoso misto di bigotto e di miscredente nella stessa persona, sfacciatamente libertini (come dici tu) nel senso più deteriore del termine ma contemporaneamente pronti a puntare il dito contro i diritti altrui, spudorati e amorali con se stessi ma puritanissimi con gli altri, no ai Dico o ai Pacs ma disposti a pagare fior di milioni per l'annullamento della Sacra Rota (un istituto putrescente). Una destra vergognosa. Se conoscesse questo nobile sentimento. http://lucianoidefix.typepad.com

Adespoto ha detto...

Argomento difficile. Da Sanitario dico che è sempre complicato sapere "dove" fermarsi. Lo è per la famiglia, lo è per chi si occupa attivamente della cura del malato.

Per questo non riesco a capire la nettezza Vaticana o della Destra Italiana, che non manifesta alcuna preoccupazione nè rispetto per il travaglio familiare, personale, emozionale che sta dietro a queste situazioni.
Un po' di riflessione in più, al posto di questo strepitare potrebbe migliorare almeno un po' la comunicazione. Per tutti.

cristiana ha detto...

Urge il testamento biologico,sennò questi falsi puritani faranno dei danni enormi a chi ancora possiede una coscienza.
Sai che non ci avevo fatto caso ai nasuti speculatori?Achtung achtung,il nemico è vicino.
Grazie della visita!

Cristiana