martedì 26 agosto 2008

Grandiosa!


Il quotidiano giuliano Il Piccolo. Oggi.
Sotto il titolo Usa, parte da Denver il sogno di Obama, il richiamo in prima recita:
WASHINGTON Parte da Denver il sogno presidenziale di Obama Laden...
Testuale.
Vivissimi complimenti al direttore responsabile Sergio Baraldi.

(nella foto, Obama Laden)

16 commenti:

Anonimo ha detto...

si....John DENVER.....MORRISSEY

Zimisce ha detto...

Obama Laden... certo che il Minuscolo quando ci si mette ne fa davvero di belle.
Non regge minimissimamente il confronto, ma oggi sul tg La7 ho sentito una tipa che chiamava l'OSCE chiamandolo OSC' senza la è finale. E temo lo facesse per suonare più inglese.

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!
D'altra parte si sa, il giornalismo è terribile, ma è pur sempre meglio di lavorare (parlo da aspirante tale, non me ne voglia la First Lady).

diogene ha detto...

Il livello di ignoranza di giornalisti e commentatori televisivi è arrivato a vertici assoluti, ma tanto nessuno se ne accorge. Un paese che ha Bossi ministro è già ridotto all'analfabetismo.

Però non critichiamo troppo il nostro valoroso quotidiano locale e la sua leggendaria redazione. In questi giorni, infatti, il nostro amato giornale, sollecitato da alcuni intatraprendenti lettori, ha scoperto il più grave, minaccioso e tremendo pericolo che attanaglia la città (si, perchè per il Piccolo un paesotto di venticinquemila abitanti è una città): gli sputi. Si, gli sputi; milioni di proiettili batteriologici lanciati da minacciosi cecchini cingalesi.

La classe politica locale interverrà prontamente e subito, oplà, ne sono certo, arriverà l'assessore allo sputo.

Nel frattempo, usiamo l'impermeabile, l'ombrello o una copia del quotidiano locale. Basta mostrare una foto di Razzini e gli invasori sputacchianti scapperanno a gambe levate.

yodosky ha detto...

Per Zimisce:
Come ho già avuto modo di dire in un commento precedente, quando mi chiedono che lavoro faccio rispondo che suono il piano in un casino...

Tic. ha detto...

Non male, caro filosofo, quella dell'assessore agli sputi. Ma non lo dica troppo ad alta voce: qualcuno potrebbe esser tentato di prenderla sul serio.
Intanto, mentre si discute di sicurezza e sputi, nei 'gruppi ristretti' (sa cosa sono?) si discute di taaaante altre cose: mentre il famoso popolo è distratto.
E fra un po' arriverà la stagione fredda, e qualcuno accenderà il caminetto..

Adespoto ha detto...

Per piacere ditela a bassa voce questa idea dell'assessorato agli sputi...
Non vorrei ritrovarmela davanti sul serio...
"è tempo di rassicurare la nostra gente: Sul problema degli sputi non stiamo con le mani in mano..."

Zimisce ha detto...

E' fantastico come, mentre l'educazione sanitaria e sessuale (che da che mondo è mondo è la soluzione ideale per comporre le differenze tra comunità provenienti da ambienti differenti) scompaiono da praticamente ogni scuola, nell'orrida M ci sia gente che domani proporrà di armare dei vecchietti di motosega e uzi per impedire a degli immigrati del subcontinente indiano di sputare per strada.

E come si diceva l'altro giorno con l'adespoto, che sian vecchietti che han fatto la guerra mi raccomando. E dalla parte riabilitata, che ha prodotto i più begli esemplari in ambito di anti-guerriglia. Eia Eia.

carla ha detto...

Con un vice che si chiama Biden, accanto ad un candidato di nome Obama, era da immaginarselo che qualcuno si dilettasse con anagrammi ed altre amenità da enigmisti. In maniera consapevole, però.
Per il resto ogni commento è superfluo, sono convinta che ormai bisogna solo agire: da lunedì scorso non sono più tra i finanziatori di quelle pagine e ho così rinunciato all'informazione locale. Ma ho anche risolto il problema di quei mal di pancia da falsi allarmi, brutta cronaca, notizie alterate. Per non parlare della pessima sintassi e di certa ortografia creativa(in una particolare pagina mandamentale).

Tic. ha detto...

Pensavo di mandare una lettera al nostro caro bugiardello, su 'sta cosa dell'assessorato agli sputi.
Così, tanto per insultare a sangue qualcuno e farmi ulteriori nemici (come se non ne avessi già abbastanza).

Mi piacerebbe un sacco, sapete, conoscere i dati di vendita del Piccolo gestione Sergio Baraldi: sono convinto che siano parecchie, le persone che han fatto la scelta di Carla.
Il giornale orientato al popolo (il famoso popolo a cui non bisognerebbe MAI dichiarar guerra, come diceva quello, poveraccio) secondo me non ha avuto 'sto gran successo.
E ha perso qualche lettore (abitudinario) non grullo, o se volete non del tutto imbecille.

Quanto alla questione delle ronde, dei vigilantes comunali pagati con quel po' po' fondi regionali stanziati dalla mitica Seganti, vedrete che nella città di M. lo si troverà eccome qualche coglione disposto ad andare in giro con un bracciale, o una casacchina.
Conosco i miei polli...
Perché ha ragione il filosofo cinico: la nostra NON è una città.
Solo un grosso paesone presuntuoso.
Abitato da un sacco di asini, per soprammercato.

Anonimo ha detto...

si...tutti a criticare!! MA VOI CHE FATE PER IL BELPAESE anzi EX BELPAESE.....Toni merlot

Tic. ha detto...

Io personalmente mi astengo dal vomitare sulle scarpe ad un bel po' di gente...

yodosky ha detto...

Giusto, giusto, sono d'accordo con Toni Merlot, alle prossime elezioni mi presento con la Lista Civica Bulli-Luglio-Falcone
Quella sì gente seria

Tic. ha detto...

Ehm...

diogene ha detto...

Ah i gruppi ristretti, che bello! E di che si parla, carissimo? Del consorzio industriale? Della prossimo sindaco di Monfalcone? Di come perderemo la provincia? Mi dica, mi dica... Sa, ormai sono un po' fuori dal giro.

Che legna si userà questo inverno?

Tic. ha detto...

Legno di quercia, ovviamente: l'avremmo pur abbattuta per qualcosa, no?

Vladimiro ha detto...

Sugli sputi:
nella mia città, Prato, è stata fatta un'ordinanza per vietare ai cinesi di sputare in terra.
Per cui, di cosa vi meravigliate?

Sui titoli:
Non ricordo se libero o il giornale hanno titolato:
"L'oro di Berlusconi", i primi cento giorni del governo.

No comment.
V.