venerdì 8 febbraio 2008

Moratoria (adesso che vanno di moda le moratorie, mi ci butto anch'io. E checcazzo! Son mica il figlio della serva...)

Oggi su la Repubblica c'era scritto che W. ha lanciato lo slogan della sua campagna elettorale. Eccolo.

"Si può fare".


Mi piace un bel po'.
Mi ha ricordato l'esclamazione del dottor Frankensteen (interpretato da Gene Wilder) quando capisce che a suo nonno, il vecchio Viktor, è riuscito di infondere la vita in una cosa morta.
SI PUO' FARE!!!
E' impossibile che W., coniando il suo slogan, abbia pensato solo a Barack Obama e al suo "Yes, we can".
Impossibile.
Ovvio che il nostro, da appassionato di cinema, ha pensato pure a Frankenstein Junior e a Mel Brooks.
Mi ci gioco quello che volete.

Detto ciò, vi giuro che per un po' di tempo (facciamo fino alla metà di aprile?) non dirò più scemenze su W.
Ho deciso (unilateralmente: questo è fin troppo ovvio) una moratoria di tutte le cazzate che il mio cervello malato potrebbe partorire sul boss del mio beneamato partito.
Lo faccio perché ho visto che la decisione di W. di far correre il PD in (splendida?) solitudine nella prossima campagna elettorale ha sollevato un vero putiferio tra le cime abissali della sinistra radicale.

Se W. fa incazzare gentaglia come Diliberto o Pecoraro Scanio, poche storie: ha ragione lui.
E io che (oltre ad esser molto snob) son faziosissimo, quando voglio, non posso che stare al suo fianco.
Meglio un brutto male, meglio la scabbia, il cimurro, la gonorrea, la gotta, un avvelenamento da funghi, la galera a Cuba, leggere Libero, essere un barbone nell'inverno moscovita, meglio tutto questo che avere di nuovo come alleati i signori Diliberto e Pecoraro Scanio (e spero che il PD tenga duro pure su quel brutto buzzurrone che risponde al nome di Antonio Di Pietro).
Alla sinistra dei puri, dei sublimi maestri perfetti, beh... Mi pare che abbiamo già dato. E tanto.
Pure troppo.
Sic transit gloria mundi.
Ite, missa est.

21 commenti:

Fabio Montale ha detto...

Vede che torna? Il senno del candidato, oserei dire. Non piu' di due settimane fa le dissi che secondo me W aveva fatto bene a dire che il pd (ma e' la sigla di padova, bleah!) avrebbe corso da solo. Che era ora di ristabilire i pesi. Che quelli li' dovevano bastare come voto di protesta e poche pretese. Certo non pensavo che il cavaliere, da sempre convinto di essere primo partito, avesse bisogno di chiedere appoggio a Fini. Avra' cambiato idea otto volte in due giorni. E non pensavo che Fini annullasse la propria personalita', la propria aspirazione a sostituire quello li' che gli ha fatto fare mille brutte figure (ricordate la sua faccia inquadrata all'angolo in basso dello schermo mentre silvio dava del kapo' a schultz? avrebbe voluto sprofondare), e non pensavo che avrebbe di colpo privato del proprio simbolo l'intero suo elettorato (che fine fara'? qualche incazzato in piu' con storace e qualche intellettuale in piu' con tabacci?). Sono contento della sua moratoria, si moratorizzi. Senza martorizzarsi, ne godra'

Tic. ha detto...

Martirizzarsi, vorrà dire.
Nella parte della martora (animale interessante) non mi ci vedo...

Quanto alla moratoria, solo fino ad aprile.
Sennò chi me regge?

Fabio Montale ha detto...

Martoro-lo: detto poetic. per Martiro Martirio (come gia' si disse Martore per Martire), attingendo alla forma originaria gr. MARTYRION pronunciata MARTURION (v. Martire)

Tic. ha detto...

Lei è pazzo.
Lo sa, si?

Fabio Montale ha detto...

Dini e i suoi nel pdl. Era necessario che trovassero un ospizio adatto. Sompariranno nel mare, dubito che li proporranno in qualche lista. Erano a sinistra contro berlusconi, ora scappano dai comunisti. Forse vorrebbero pure tornare giovani.
"scappa scappa amore mio che senno' t'accid'io" (D. Modugno)

lalligatore ha detto...

io prima di aderire alla moratoria voglia sapere se ci si porta dietro quel vecchio arnese di furio colombo

Anonimo ha detto...

Assai carina.
E dato che non mi ricordo come finisce il film (non lo rivedo da una ventina d'anni, anche se un paio di mesi fa l'ho comprato in dvd) mi sa che mi tocca riguardarmelo.
Ma adesso vado a inseirre il link del tuo blog tra quelli che frequento (e a sfoltire l'elenco, come suggerisce mia moglie)
http://lucianoidefix.typepad.com

Fabio Montale ha detto...

Tra l'altro, secondo la sua personalissima conoscenza della lingua italiana, mentre la gente mormora dovrebbe anche nuotare...
(quando la capisce faccia un fischio)

Fabio Montale ha detto...

catominor.blogspot.com
complimenti tic, c'e' gia' il video su youtube

yodosky ha detto...

Visto il video... spassosissimo. Lo slogan di Berlusconi è 'Rialzati Italia'. Sì, e cammina.. Torna l'unto del signore.

L'Uomo Tigre ha detto...

Possibile che abbia pensato la stessa cosa?
SI - PUO' - FARE !!

E caro Tic, è che c'avemo lo stesso becchegraund curturale..

yodosky ha detto...

Si ma nun siete più i giaguari dennavorta...

lapsus calami ha detto...

Beata solitudo, sola beatitudo. E che buon pro gli?/vi? faccia.
Virtute duce, comite fortuna, forse W era meglio se citava Cicerone visto che "si può fare, si può fare.." è il ritornello tormentone di una canzone del cespuglione Branduardi, tanto per tornare al blog di cui sopra, nella colonna sonora di un film su vita, opere e miracoli di san Filippo Neri detto, tanto per capirci, "buffone di Dio".
"Meglio un brutto male..meglio leggere Libero.." potrei anche dire che Indro Montanelli ebbe a dire "turatevi il naso ma votate DC..." ..Opss..l'ho detta grossa..
Caro tic, sono sempre le mie battute provocatorie..
Sto guardando su sky "in nome del popolo italiano", anno 1971.
(oggi è il 9 febbraio 2008).
E in maniera volutamente populista, ecco a voi una bella battuta appena sentita:
"La corruzione è l’unico modo per sveltire gli iter e quindi incentivare le iniziative: la corruzione, possiamo arrivare a dire paradossalmente, è essa stessa progresso."
Buona campagna (elettorale) a tutti... Numi del cielo, ho citato Maurizio Costanzo...

Tic. ha detto...

No, dico...
Ma avete visto che Veltroni ha confermato che pensava a Mel Brooks?
Eh... Che volete... Li conosco, i miei polli.

Tic. ha detto...

E... Non per cagare il cazzo, ma sono stato un buon profeta pure su Jovanotti.
Avrete saputo che la colonna sonora della campagna elettorale di W. sarà MI FIDO DI TE, canzonetta scema del Cherubini.

Fabio Montale ha detto...

Si turi il naso e vada a dormire che domani la voteranno lo stesso... e lei ne fara' parte (si ripassi il riff)

Fabio Montale ha detto...

Sa di cosa mi e' venuta voglia? adesso vado su youtube a cercare: Alzati che si sta alzando la canzone popolare, se c'e' qualcosa da dire ancora, se c'e' qualcosa da fare...

Fabio Montale ha detto...

Nel mentre che mi chiedo se Lei sia a casa a ripassare "la vertigine non e' paura di cadere ma voglia di volare", leggo sul sito di Repubblica (e secondo me si da poco risalto a una notizia succulenta) che la Cosa Rossa porta a casa l'8%. Dunque erano Pdci, RC, Verdi,... Mi sfugge qualcosa o stanno sublimando?

the Grinch ha detto...

nel celebre film Frankenstein Jr. ..oltre al "si puo' fare" c'è anche un'altra celebre frase pronunciata dalla biondissima assientete al professore quando questi le spiega il perchè deve usare organi di grandi dimensioni per costruire la creatura.. a quel punte ella pronuncia infatti la frase "..allora avrà anche un grosso schwanztug" ..mi associo a quell'asupicio e spero che il pd da solo abbia un grosso schwanztug e già che ci siamo anche due palle COSI'. p.s. sull'analfabeta di molisano che mi infastidisce a pelle.. concordo con tic.

Tic. ha detto...

Ho letto anch'io: 8%.
Speriamo si mantengano stabili. O magari calino pure (ne sarei felicissimo).

L'Uomo Tigre ha detto...

L'uomo tigre è stanchissimo, ma credo che dopo l'ennesima orgia elettorale, sul PD si possa ben dire che riesce a risvegliare ancora una certa qual partecipazione (we enjoy).
Depurato il dato dell'affluenza da ovvie e contingenti particolari situazioni, credo che la decisione di W. (perorata anche dal mio mentore O.O.), sia quella giusta. Il potenziale elettore pieddino ci crede (we trust).
Si può perdere? forse. (maybe)
Ma, in questo caso, credo che mai sconfitta sarebbe più costruttiva.
Speriamo. (we hope)