martedì 9 marzo 2010

Matteotti


Oggi, sul mio profilo Facebook, mi sono chiesto: DOVE STIAMO ANDANDO A SBATTERE?
È intervenuto Alessandro: “E quanto velocemente?”.
Stefano ha poi aggiunto: “E perché?”.
Secondo Fabio, “le uniche cose che possono fermare questa deriva sono: a) sangue nelle strade; b) la fantasia italica (quindi non riesco neanche a immaginare cosa) e c) il buonsenso. Ma ne vedo poco in giro. Il prossimo Matteotti chi sarà?”.
Gli ho risposto così: “In regime di videocrazia? Boh? Cecchi Paone? Fiorello? Victoria Cabello? Lillo e Greg?”
La situazione sarà anche seria, caro Fabio: non lo è il Paese.
Parlo in generale, eh...

3 commenti:

luciano ha detto...

Se mi chiedessero: "come sarà l'Italia tra cinque anni?", non saprei davvero come rispondere.
Penso davvero che siano possibili gli esiti più disparati, sperati e disperati.

Giulia ha detto...

Aggiungerei alle varie ipotesi una d)la fine del mondo. Per apocalittici, ma ultimamente va tanto di moda.

Anonimo ha detto...

tra 5 anni?


pier-silvio?


godiamoci il presente, il futuro potrebbe essere un pier-futuro.

peyota