lunedì 1 dicembre 2008

News from the front


Il dibattito dentro il famoso PD (che vuol dire Partito Democratico) è veramente stimolante.
Eccovene un assaggio.
Rosibindi non vuole un PD del nord, “ma un PD federale, questo sì”. Il posto di questo PD federale, poi, non sarebbe certo nel Pse (che vuol dire Partito del socialismo europeo): “io non chiedo a D'Alema e Fassino di diventare democratici cattolici, loro non chiedano a me di abbracciare il socialismo”, ha detto infatti, alquanto pudicamente, la casta Rosibindi.
Arturo Parisi invita tutti i dirigenti del PD (che sempre Partito Democratico vuol dire) a “fare un passo indietro rispetto alle appartenenze del passato” e pensa sia sbagliato, a proposito della futura collocazione nel Parlamento europeo, che “dirigenti e membri del partito facciano scelte personali”.
Secondo Sergio Chiamparino, sindaco della città di Torino e ministro alle riforme del governo ombra, bisognerebbe riunire il coordinamento del PD (che vuol dire Partito Democratico. Parrebbe...) delle regioni del nord. Chiamparino sostiene infatti che non serve “il partito del nord”, certo che no, “ma un coordinamento” sì, ostia: da convocare possibilmente prima del 19 dicembre (perché prima di quella data? Ma perché il 19 dicembre è il giorno di San Berardo! Tra l'altro, come molti senz'altro sanno, Sergio Chiamparino proprio a San Berardo è devotissimo). Il sindaco di Torino e ministro alle riforme del governo ombra vorrebbe che il PD (sarà mica il famoso Partito Democratico, 'sto PD di cui si parla?) si alleasse con la Lega Nord (noto partito populista, xenofobo e razzista) a livello locale, ma solo a condizione che la Lega “metta da parte l'impianto populistico che tiene fondamentalmente insieme quel partito” (cioè a condizione che la Lega decida di sciogliersi per far contento lui).
L'accelerazione di Chiamparino sul coordinamento del PD (che poi sarebbe...? Perché io mi sono un po' perso, scusate) del nord, da convocare prima del giorno di San Berardo, pare abbia irritato alquanto i lombardi del partito (ma proprio tutti tutti tutti, i lombardi del partito? Boh, chissà...). Secondo il quotidiano la Repubblica, “a giorni i segretari di Lombardia, Piemonte, Veneto e Liguria scriveranno un documento che ufficializzerà la nascita del coordinamento. Ma non prima di gennaio”: alla facciaccia del sindaco di Torino nonchè ministro alle riforme del governo ombra.
Massimo D'Alema, intanto, è ritornato dal Sud America e ha detto che no, lui non si candida alla segreteria del PD (alla segreteria di che cosa?), perché quello che serve adesso è - òcio, òcio - “discutere insieme come rilanciare un grande progetto (quale grande progetto?, n.d.r.).
Ma Dario Franceschini non ci crede per niente, alle parole di D'Alema. Scrive la solita Repubblica che secondo Franceschini “il capitano è uno, si chiama Water Veltroni, e non è il caso che i compagni di squadra facciano sgambetti”.
Si, avete letto bene: il capitano è uno e si chiama Water Veltroni. Verificate un po': la Repubblica, lunedì 1 dicembre, pagina 12.

Mi fido di te.

18 commenti:

lalligatoe ha detto...

e ti è sfuggita l'intervista di Cofferati sull'unità di sabato..

tic ha detto...

Perché? Che c'era scritto?
Dimmi, orsù: che mi son perso?

Zimisce ha detto...

pensi, mastro tic, che spasso sarà aver a che fare con il maschio alfa come alleato. che certamente metterà da parte quella roba populisti di cui chiamparì diceva.

yodosky ha detto...

Nomen omen, come ti ho già detto, caro Tic.
Il post (bellissimo) risulta alquanto inquietante. Effettivamente, perchè il 19? La fine del mondo è vicina? Cerchiamo risposte nella cabala.
Poi: mi sbaglio o a Grado il Pd è alleato con la Lega Nord? Siamo ordunque il laboratorio di nuove idee a livello nazionale (no, perchè la cosa mi inorgoglirebbe assai...)?
E soprattutto, com'è che a questo punto tra i pensatori del Pd mancano il Cappellaio matto e la Lepre Marzolina?
Nel frattempo la crisi avanza e io torno a sognare di non svegliarmi; e forse non sarebbe neanche male a 'sto punto. E' tutto un parto della mia mente malata.

Anonimo ha detto...

i film dei fratelli Marx, anche nelle versioni in lingua originale, si capivano di più e facevano ridere. di questi non si capisce una mazza e fanno solo pena.

ciao francesco

luciano ha detto...

Che delusione, 'sto PD (Partito Deludente). Già non ne ero convinto al momento del concepimento (e infatti sono uscito dai DS perchè non condividevo quella scelta), ma adesso si stanno arrabattando con uno spettacolo desolante.
http://lucianoidefix.typepad.com

Manfredi ha detto...

Per non parlare di quando Veltroni, in riferimento a Villari, ha detto "Ora il problema lo risolva Berlusconi".

Sensazionale. Ora Berlusconi deve fare il padre padrone pure in casa altrui. Ma chi è lo spin doctor di Veltroni? Tafazzi?

Aveva tragicamente ragione, Moretti, quando sei anni fa disse che con questi qui non vinceremo mai.

Il pd è il partito dei dilettanti. Allo sbaraglio.

Anonimo ha detto...

Grazie di cuore tic, con il suo post ho riso fino alle lacrime (erano anni che non mi capitava)!

Poi ho sentito al GR che il Water aveva dichiarato di condividere la proposta di Chiamparino... (non si sa, però, se condivide anche la data del 19/12).

Per fortuna, subito dopo Maroni ha affermato che loro non hanno bisogno di nessuno e quindi Chiamparino e il PD vadano a farsi benedire.
Meno male: qualcuno con un po' di dignità c'è ancora.

Fabio Montale ha detto...

A leggere bene sembra che abbiano trovato qualche punto di convergenza, anche se in serata si sono accapigliati per l'apertura di Fassino al PSE. Alcuni vorrebbero federare il Pse del nord... no, aspetta... vado a rileggere

Anonimo ha detto...

per fortuna qualcuno gli ha rotto i MARONI e l'ipotesi del P.D. del nord (nuova secessione) naufragherà.....come il PD purtroppo.

Ieri il compaesano POLO (nord) su LA7 si poneva il problema che la società italiana è cambiata ma i politici (DEP/SEN) sono sempre gli stessi da almeno 20 anni ( a parte qualche defunto!): quindi?
poi rifletteva autoctiticamente su una SINISTRA che non c'è più e non trova spazi per risorgere: TE CREDO! SE QUEL CAZZONE DI BERTINOTTI SI VA DEFINENDO " INTELLETTUALE ORGANICO" (MI SI DICA CHE CAZZO SIGNIFICHI!!!!) circa il suo nuovo stato professionale (oltre ad essere - l'ha detto lui - presidente delle Fondazione Camera Deputati) che SINISTRA vuoi che risorga??? l'ANONIMO

Anonimo ha detto...

la chiosa fotografica finale è eloquente: saremo nella merda! bye bye Andreij Sinjavskij

barone von furz ha detto...

...siamo il nuovo eh?porcomondo bisogna rinnovare. Sei sopra i 45 e sei negli organi dirigenti del PD? A CASA!!!
...pensi caro tic che poco tempo fa si sono riuniti i moderati del pd della provincia di Gorizia. Ma chi è un moderato?uno che beve poco? spende con parsimonia? rutta quel che basta e scorreggia lo stretto indispensabile?gli ex dc quindi? siamo in una fase in cui della moderazione ce ne possiamo sbatter le balle (e dal mio linguaggio bizantino si intuisce...)perchè dall'altra parte moderati non ce ne sono. Ho finito il pezzo. Mi stanco presto a parlar dei problemi del pd, ormai lo fanno tutti sembra un esercizio di stile.

Mammifero bipede ha detto...

Secondo me lo scambio Walter-Water è stato operato da un correttore ortografico automatico...
(e io continuo a pensare che i segnali ci sono tutti perché a breve i computers acquistino la piena consapevolezza..)
:-)

Zimisce ha detto...

scusate, una domanda da profano. i moderati del pd... chi sarebbero i radicali del pd? mi viene in mente solo la binetti.

alla quale se aggiungi un 'ga' davanti vedrai che il cerchio si chiude.

yodosky ha detto...

I radicali del Pd a quanto ne so si dimettono.

barone von furz ha detto...

vero yodosky...perchè questi radicali vogliono essere liberi...scusate m'è scappata...

yodosky ha detto...

Barone, le tolgo il titolo nobiliare. Vergogna.

Anonimo ha detto...

barone Lei si che è un PRINCIPE: convengo con la Sua nobiliare verità. EDMUNDO