mercoledì 22 ottobre 2008

Anch'io voglio!


"Il senso critico del nostro popolo di centrosinistra è esagerato. Guardate a destra: Berlusconi può dire qualsiasi cosa, e tutti stanno zitti (...) tra i suoi Berlusconi non è il leader, è il proprietario: se qualcuno gli dà fastidio, Berlusconi lo spegne. Io non posso".


Ma ti piacerebbe, dì la verità... Ti piacerebbe essere come lui.

4 commenti:

luciano ha detto...

Anche a me è sembrata una frase indecente.
http://lucianoidefix.typepad.com/

Zimisce ha detto...

Vojo ma no posso. E' troppo brucoso per essere un leader maximo credibile. Blurgh.

yodosky ha detto...

Stavolta sono in disaccordo. Occhei, è una lagna da non farsi, ma qualcuno la pensa diversamente?? Vogliamo ricordare il casino con la legge Bersani e la Finanziaria, che ognuno si alzava la mattina e diceva la sua? Ma cazzarola non ce l'avete un ufficio stampa??

Tic. ha detto...

Hai ragione: è una lagna da non farsi.
Specialmente se sei il leader di un partito dove NON si discute MAI NIENTE (a parte lassù, dove stanno i grandi leader alla Walter e l'aria è rarefatta) e quindi di che cazzo si lamenta, il caro W.?
Dovrebbe star tranquillo, invece: visto che non si discute MAI di uno stracazzo di niente...(e siccome chi entra in parlamento viene cooptato da un'oligarchia e dunque, ancora, perché discutere? La tua fedeltà, caro amico, potrebbe non essere premiata. Stai bene attento a quello che fai...).

Quanto ai casini del governo Prodi, mi pare che la vendetta ci sia stata, no?
Io, almeno, sono placato.
La Sinistra Arcobaleno era felicissima (lo ricordo soprattutto a loro) di correre da sola e di separare le sue sorti (sempre magnifiche e progressive) da quelle dei cattivissimi riformisti.
Quindi, ognuno ha fatto la sua scelta e a qualcuno, ahilui, è andata peggio.
Ad esempio, a quel genio del compagno Diliberto, epitome del disastro culturale in cui è andato ad inabissarsi il marxismo all'italiana.
E che mò si lamenta pure: è stata colpa di Walter.
Io non credo.

Io, ad esempio, se Walter avesse scelto di rifare un'alleanza con Diliberto, col cazzo che avrei votato.