venerdì 1 agosto 2008

Buone vacanze al Partito Democratico

La Camera dei deputati ha scelto, con un voto, di sollevare conflitto di attribuzione davanti alla Corte Costituzionale contro quella decisione della Corte di Cassazione che aveva consentito alla richiesta di Beppino Englaro, il papà di Eluana, di sospendere l'alimentazione e l'idratazione forzata della figlia, in stato vegetativo permanente da 16 anni e mezzo.
Quasi in contemporanea, la Procura Generale di Milano ha presentato ricorso contro l'ordinanza della Corte d'appello che aveva autorizzato, per Eluana Englaro, l'interruzione del trattamento di sostegno vitale artificiale.
Alla Camera il Partito Democratico (quello che dovrebbe essere il mio partito) non ha partecipato al voto. Eh, si...
Silenzio.
Buio.
Non dicono niente.
D'altra parte, c'è da capirli: con agosto alle porte, ma come cazzo fai a sbatterti per qualcosa, per quasiasi cosa, in quell'aula sorda e grigia?
Andiamo in vacanza, dai, che è meglio.
La migliore di ieri, comunque, no contest, è della signora Rosibindi (pare sia una dirigente del PD...). Alla domanda "Secondo lei quella di Eluana è vita?", la sventurata rispose: "Mio padre è malato da 8 anni, da due vive a letto, alimentato da una sonda, non parla più, comunica con un occhio. Era un uomo forte, lavorava, andava a caccia. Sono sicura che, nel fiore dei suoi anni, se ci fosse stato il testamento biologico, avrebbe lasciato scritto di non accanirsi su di lui. Eppure, quando arrivano le crisi respiratorie, con quell'occhio chiede aiuto, e con quell'occhio ringrazia, quando il peggio è passato".

Peccato che non si parlasse del babbo della signora Rosibindi, ieri, alla Camera dei deputati, ma solo della figlia di Beppino Englaro...

13 commenti:

Adespoto ha detto...

Non hai letto anche dei Teo-Dem che ringraziano il Piddì di aver fatto la "sana scelta" di astenersi dal tema e dimostrare l'unità del partito?
Bello sapere che l'unità, al ribasso, è apprezzata...

luciano ha detto...

Se si votasse domenica, cosa dovrei fare? Far la croce sul simbolo dell'Italia dei valori? Perchè Di Pietro sarà quel che sarà (fondamentalmente un uomo di destra, un rozzo, uno che sceglie malissimo i collaboratori, eccetera eccetera), però...santiddio...il PD è una roba che fa cascar le braccia (per usare un eufemismo). Al congresso di aprile 2007, quando i DS decisero quella strada (e io me ne andai perchè mi pareva una via deficitaria di laicità, di chiarezza e di socialismo europeo), avevo definito il futuro PD "un partito blando". E (anche se alle primarie e alle politiche ho votato per Veltroni) purtroppo ci avevo azzeccato.
D'altro canto, il panorama a sinistra è desolante: un accavallarsi di tristissimi vuoti (dove sono i liberal-socialisti?) o di raccapriccianti pieni (i nostalgici delle mummie di Lenin). E cos', in QUESTO momento, la pattuglietta di Di Pietro e alcuni dell'Unità (con tutti i loro difetti e limiti) almeno almeno parlano chiaro giusto e forte.

diogene ha detto...

Abbiamo il nuovo leader del PD:
Ponzio Pilato!

Tic. ha detto...

Si.
E' pilatismo.
Un comportamento diffusissimo tra i dirigenti PD, al centro e in periferia.
Se c'è una rogna, sarà mica un problema mio? Il problema è sempre di qualcun altro, mai mio.
Un compagno finisce sotto tiro (magari è sputtanato ingiustamente da qualcuno)? Problema suo, mica mio. Io devo stare solo molto attento a non spettinarmi, che sennò vengo male in fotografia.

Quanto all'unità del partito, laici e cattolici tutti uniti, compatibilmente, bah...
Mi fa cagare l'unità del partito.
Eppoi: ma quale partito?
Ma dov'è?
Ma cos'è?
Ma a chi vorrebbe parlare?
Ma chi vorrebbe rappresentare?

luciano ha detto...

E' una concezione assai bizzarra (però semplice) quella della convinvenza tra laici e cattolici concepita così: si fa sempre come dicono i cattolici.
(Però a volte può sorgere un ulteriore problema: e se al loro interno anche i cattolici sono divisi, cosa si fa? Semplice: si fa come dicono i teodem papisti)
Così dentro il PD non si litiga mai.
Però finisce che si perdono voti.
http://lucianoidefix.typepad.com/

carla ha detto...

Vorrei tanto sapere cosa succederebbe se una volta tanto i laici all'interno del PD (dei dirigenti, intendo) alzassero la voce. Non vogliamo un partito di correnti ma alla fine ci sono fiumi sotterranei che ci erodono, non tanto il consenso, ma la vera sostanza di cui siamo fatti.
Si è citato fin troppe volte l'esempio dei referendum su aborto e divorzio quando, in barba alla campagna dei cattolici e alle posizioni opportunistiche di certi dirigenti di sinistra, gli elettori, credenti o meno, fecero una scelta progressista a salvaguardia di una libertà conquistata, dimostrando una maturità evidentemente ignorata dai loro più alti rappresentanti in sede politica. Ora mi chiedo perchè si debba ancora temere di perdere voti esprimendosi con il cuore anzichè con la pancia. Perchè abbiamo perso sulla fecondazione assistita? Credo che in quel caso sia intervenuto qualcosa di diverso, come una informazione poco chiara, anche volutamente ambigua, per una questione che in certi aspetti è stata percepita come troppo tecnicamente complessa per venir delegata agli elettori, molti dei quali (spiace dirlo) non l'hanno sentita come concretamente vicina al proprio vissuto. La Bindi può dire quello che vuole, ma siamo davvero convinti che gli elettori del pd la pensino così? Su questo tema, potenzialmente più vicino alla sensibilità individuale, non so quanti cattolici la seguirebbero. E, in generale, credo che abbiamo una falsa percezione in merito al nostro elettorato: quelli che pongono i precetti della Chiesa prima di quelli dello Stato se ne stanno per lo più ben distanti dal PD, di cui si fidano sempre poco. Per come stanno andando le cose, tanto varrebbe fare una prova...

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Tic. ha detto...

Si.
L'unico punto di mediazione possibile, nel PD, con i cattolici mi pare stia ormai nell'obbligo del silenzio per i laici (vabbé, per i laici... Quello che ne rimane).
Sennò i cattolici, poveretti, si incazzano.
E giustamente: mica si posson fare, certe cosacce. Eh...
Gesù non vuole.

Il peggiore è stato Rutelli, in ogni caso.
Veramente ignobile. Al 'Foglio' ha dichiarato che sui temi della vita siamo stati (Chi SIAMO?) "troppo sbrigativi. Certo, è più facile saccare la spina. Si fa prima".
Grande.
Vada un po' a dirlo al padre della Englaro, se ce la fa.
Il cattolico Rutelli. Il trombato Rutelli.

Mammifero Bipede ha detto...

l'ex radicale Rutelli (qualcuno ancora se ne ricorda...)

Anonimo ha detto...

scandaloso che di fronte alla lottizzazione pubblica Tic ometta giuste osservazioni: quel PRESIDENTE e VICEPRESIDENTE vetusti ed inadeguati chi ce l'ha messi? quanto guadagnano alle nostre spalle???' DONNA TIGRE

Tic. ha detto...

Ho 'omesso' perché non si comprende CHE MINCHIA C'ENTRI col contenuto del mio post (per quel poco che possa rappresentare)!!!

P.S.
Il presidente e il suo vice 'vetusti ed inadeguati' IGNORO chi ce li abbia messi (ma manco mi ricordo DOVE li abbiano messi, porca la puttana! A FVG strade, mi pare. Giusto?) e quanto guadagnino 'alle nostre spalle'.
Azzardo: che forse ce abbia messi Illy? Sapete com'è, era il boss fino a ieri e il nuovo, pessimo boss non ha ancora potuto metterci i SUOI uomini di fiducia, nei posti di sottogoverno, a guadagnare 'alle nostre spalle'.
Contenti?

P.P.S.
Un po' qualunquisti, comunque.
Si può far di meglio, volendo.
E poi, abbiate pazienza: lezioni a me su tutto, non su sedie occupate e su stipendi da posto politico.
A me no. Perché credo di essermelo guadagnato sul campo, il diritto di mandare affanculo chi mi pare.
Non ho capi sulla crapa.

yodosky ha detto...

Ho un filmato su Rutelli che secondo me andrebbe diffuso ogni volta che parla... Riguarda una certa telefonata sul buco dell'ozono...

Anonimo ha detto...

il post è attinente! di PD trattasi e non d'altro. penso anch'io, che non ho capi sulla crapa, che in effetti non hai mai avuto alcunchè di danaroso dalla politica. qualora ti venisse in testa di rimetterti in gioco - io farò di tutto per che tu sia il PROXIMO SINDACO di Monfalcone - io ci sarò. Anonimo per forza informatica. già Tuo PINO NICOLI.