mercoledì 24 giugno 2009

Chi

'STO CAZZO!!!
(un intramontabile classico dell'avanspettacolo)





P.S.
Pensate che io sia stato un tantinello volgare, nevvero?
Bah... Il grandissimo Lenny Bruce era solito dire che "non esistono parole sporche... solo menti sporche".
Io non credo di avercela, una mente sporca. Il Bokassa del Viagra - che non esita a usare i nipotini per far dimenticare a qualche povero in spirito le bagasce che frequenta - invece ce l'ha eccome.

15 commenti:

Manfredi ha detto...

a sentire Feltri è totalmente impotente e privo di libido

tic. ha detto...

Ci credo. E' un VERO vizioso, lui... Un VERO porco.

VaLe ha detto...

beh pover'uomo, inizia anche ad avere la sua età.... ;)

luciano ha detto...

Il nuovo horror di Clive Barker tarda ad arrivare, da anni Dario Argento delude, lo scrittore Joseph Heller è morto e allora ho comprato CHI ( : per 2 euro e 50 mi hanno dato pure Panorama e Grazia.

diogene ha detto...

Ma pensate veramente che le festicciole con quattro baldracche faranno cadere Berlusconi?

Non c'è niente di penalmente rilevante, la notizie le sanno solo i lettori di Repubblica e, tutto sommato, alla maggioranza degli italiani sta bene così.

Se quell'ectoplasma che è la sinistra italiana non affronterà i problemi veri, senza farsi guidare da Repubblica, dalle Procure e dai boy scout, il nostro Bokassa al viagra vincerà sempre.

tic ha detto...

Profondissima sfiducia negli italiani, caro filosofo, negli scoutini à la Franceschini e persino nelle procure della Repubblica.
Il fatto che Berlusconi sia ricattabile è però un problema serio per le cancellerie di mezzo mondo...
Il Bokassa del Viagra non deve certo temere la moralità degli italiani, o il povero Dario Franceschini(figuriamoci...), né le procure della Repubblica (si è già messo al riparo da qualsiasi indagine).
Può invece temere i suoi colleghi americani, inglesei, francesi, tedeschi... Loro sì, che son temibili.

Anonimo ha detto...

e ha la pompetta erettiva.

yodosky ha detto...

Stavolta anch'io son con Diogene. Credo che tutto 'sto bailamme finirà nel nulla, senza nuove rivelazioni Repubblica non può tenere la prima pagina per sempre, già ora è in terza. E comunque in effetti sono solo i suoi lettori che lo sanno. Divertente e simpatico, ma ci vuole ben altro. E per quanto riguarda le cancellerie: la diplomazia può trasformare un "genocidio" in "atto di genocidio" e fregarsene, altrettanto può fare con un "atto di prostituzione".
Speriamo bene, ma son pessimista. Mmmmh.

luciano ha detto...

Ancora una volta (ecchepppalle!!) condivido quanto dice Tic: il senso etico degli italiani (e scrivendo questa frase mi scappa da ridere) è piatto come l'elettroencefalogramma di quelli che si mettono l'elmo di Obelix in testa per rivendicare la libertà della Padania. Invece Berlusconi rischia nei confronti dei governi seri (Francia, Usa, Spagna, Germania): a loro non garba molto avere un alleato ricattabile dal primo magnaccia che passa.

Mammifero bipede ha detto...

Luciano, ai governanti esteri un primo ministro ricattabile fa gioco, e parecchio. Possono ricattarlo loro, per primi.
Piuttosto dovremmo noi preoccuparci del vacillare della sua lucidità... ma figuriamoci, stiamo tanto bene qui, nel paese dei balocchi (tanto sappiamo bene come andrà a finire, ce l'ha raccontato un certo Collodi suppergiù un secolo fa).

Mammifero bipede ha detto...

P.s.: avete notato che tutte e due le foto sono platealmente e maldestramente ritoccate?
Quasi quasi le segnalo a PhotoshopDisasters.

Zimisce ha detto...

due note:

I) la supposta impotenza dell'eccellente primo ministro. in effetti non contrasta con la sua satiriasi. il grazioso hermann goering, in effetti, era affetto dal medesimo problema (mai volare su quegli sciocchi biplani di legno tela, c'è sempre un inglese birboncello che potrebbe tirarti una sventagliata di mitra da sotto) eppure questo non gli proibì di farsi una certa qual nomea in fatto di perversione.

II) all'estero lo distruggono. basti vedere l'incontro con boama che, dopo averlo trattato come una pezza da piedi le volte precedenti, l'ha invitato a washington, gli ha detto "siamo amici" e quel vecchio coglione ha calato le braghe su tutta linea, ha concesso soldati in più in afghanistan (e ANCHE un maggiore impegno in missioni offensive, ci scommetto la mano destra, anche se nessuno l'ha detto) senza avere NULLA in cambio. ma qui tutti applaudono, al che o sono coglione io o gli italiani li crescono a pane e merda.

Zimisce ha detto...

scusate il finale trash, sono amareggiato.

luciano ha detto...

Le foto sono orridissime. Già il Photoshop, in genere, mi fa andar di corpo. Quando poi viene usato per ritoccare la moquette pilifero-craniale di Berlusconi, si entra nel campo dell'arte surreale.

yodosky ha detto...

Sembra un pupazzo della Playmobil, in effetti.