lunedì 22 settembre 2008

Ritorna la Dandini!!!


Se ne sentiva la mancanza, in effetti.
Proprio ieri sera mi chiedevo: "Ma come faccio a vivere senza la Dandini e i satirici de sinistra?" ed ecco che la Dandini mi si manifesta, con incredibile tempismo, a pagina 38 de la Repubblica di oggi per comunicarmi che il suo talk show, Parla con me, tornerà su RaiTre dal 21 ottobre e a questo punto a me non resta che contare i giorni che mancano all'appuntamento.
Serena dice che non avrà "l'ossessione del centrodestra al governo, del Berlusconi Ridens. Siamo stanchi delle etichette destra-sinistra, noi andremo controcorrente".
E andando controcorrente avrà un successone. Garantito.
In Italia, infatti, il pubblico premia sempre quelli che vanno controcorrente. Per non parlare poi di quelli che si autodefiniscono 'scomodi'.
Dalle nostre parti, generalmente, quelli che stanno scomodi sono sempre piazzatissimi.
Ci avete mai fatto caso?

29 commenti:

medonzo ha detto...

Buongiorno Tic;
perchè? La Dandini non ti piace?

Tic. ha detto...

La detesto.

luciano ha detto...

Per l'ennesima volta, devo associarmi alle opinioni di Tic: nemmeno io riesco a reggere la Dandini e il dandinismo, quel modo di fare mellifluo ed esilarato, sempre sopra le righe (come Benigni quando fa l'ospite) ma nello stesso tempo da pseudo-emarginati vittime de la Maligna Censura de lo Potere Altrui. Infatti questo satirismo televisivo lo evito da tanto tempo così come scanso i saldi autunnali. L'unico "comico" che mi piace davvero (e tantissimo) è Guzzanti (Corrado). http://lucianoidefix.typepad.com/

Tic. ha detto...

A sinistra abbiamo a cuore come poche altre cose la vita professionale e la sorte dei satirici 'de sinistra'.
La cosa mi infastidisce alquanto.

Ci son cose che dovrebbero preoccuparci un pochino di più e di cui non ci occupiamo manco di striscio.

Spesso, poi, trattiamo questi quattro guitti nemmeno troppo divertenti da politici.
E i guitti in questione se la tirano pure, da politici.
Vedi il cortocircuito di Piazza Navona, istruttivo alquanto.
Io ancora lo devo capire perché in Italia, alle manifestazioni politiche, si da la parola ai comici...
E pazienza che a Piazza Navona la piazza era organizzata da un ex questurino di idee fascistoidi:
certe cazzate le facevano pure i Diesse (e RifCom, ma di RifCom non voglio dire...).
E le farà il PD.

luciano ha detto...

Il rapporto tra politica e satira (soprattutto quella televisiva) andrebbe studiato a fondo. Perchè è l'ennesima deformità italiota. Un saluto da Luciano e Idefix

Zimisce ha detto...

La Dandini è il classico esempio di quella sinistra romana, appunto, ben piazzata ma che non smette di sbandierare sofferenze e ricordi.Quel sotto sotto di com'erano belli gli anni '70 e via dicendo.

Romacentrismo, elitismo ingiustificato bizzarramente a braccetto con buonismo e populismo d'accatto sono le direttive di questa gente. Le stesse che han causato buona parte dell'insuccesso di quel mammalucco di Wallie alle elezioni nazionali, per altro.

Motivo per cui a me fa venire il latte alle ginocchia. Per non dire altro.

Zimisce ha detto...

Ah, mi accodo al signor Luciano su Guzzanti: "La uallera d'oro!"

yodosky ha detto...

Boh. A me la Dandini in genere piaceva, e le sue trasmissioni mi facevano ridere. Ma non è che non dormo se non la vedo.
D'altra parte, se Tic mi ha definito divertente (e l'ha fatto) Ed Wood di Tim Burton..

diogene ha detto...

Telegrafico: la Dandini non mi piace; Guzzanti (Corrado) si. Si può essere un bravo comico anche se non di sinistra e se fai satira molto bene fai fatica a "piazzarti". Yodosky sbaglia, Ed Wood era un bel film.

yodosky ha detto...

Non ho detto che era brutto, anzi. Ma definirlo "divertente" mi pare un azzardo anzichenò.

yodosky ha detto...

E Yodosky, come tutte le donne, non sbaglia MAI.
Semplicemente, a volte può cambiare idea.

Zimisce ha detto...

Ultimamente sto pagando col sangue esattamente questa vostra caratteristica, cara signora. Con il sangue. Perdonate l'uscita personale.

Tic. ha detto...

Ma figurati.
Ultimamente, in 'sto blog, con le uscite personali andiamo alla grande!!!

Mammifero Bipede ha detto...

Ed Wood è un film strepitoso! Magari non fa ridere, ma è divertentissimo, di quelle cose che ti restano sotto la pelle.
E la Dandini... Boh!
(comunque il siparietto con la Cortellesi/Santanché era notevolissimo, ma per merito della Cortellesi).

Adespoto ha detto...

La Dandini.
Non so se ci avete mai pensato, ma la Dandini NON fa ridere.
Non è eclettica.
Non è un'artista.
Si limita ad aver coltivato negli anni un giro di comici (con qualche satirico) romani di cui alcuni (i Guzzanti e pochi altri) hanno delle capacità sceniche e artistiche.

Se questo è bastato per 20 anni è anche perchè non c'è molto altro.
E non c'è, in effetti.

P.S:
Cavolo, è da quando ho visto Ed Wood che penso di comprarmi un theramin, ora che mi ci fai pensare...

Xtiana ha detto...

La Dandini è una brava presentatrice.
I Guzzanti... Nel caso di Sabina diciamo pure che le colpe dei padri spesso ricadono sui figli.
Ma Tic, nessun accenno alla meravigliosa (e qui senza ironia) Banda Osiris?

yodosky ha detto...

Mi risulta astruso Mammifero Bipede che dice di Ed Wood "Un fil divertente che non fa ridere". Mah. Comunque ribadisco che è un bel film, e io in genere non amo molto Tim Burton (a parte la Sposa Cadavere).
Per Zimisce, due sono le cose per andare d'accordo con una donna. Una: farle credere che può fare tutto quello che vuole. Due: lasciarglielo fare.

medonzo ha detto...

Buongiorno Tic;
che vi devo dire? A me la Dandini piace. E spesso nei suoi programmi mi capita di sentir dire le stesse cose che dite anche voi.

Mammifero Bipede ha detto...

Yodosky, pensaci su.
Esistono diversi gradi di divertimento: ci sono film che fanno sorridere, altri che fanno ridere, altri (rarissimi, per me) che fanno sganasciare.

Ed Wood fa sorridere, perché comunque è un film biografico, non un film comico (un mio amico è rimasto di sale quando, dopo averlo visto, gli ho detto che si trattava di una storia vera, o quasi).

"Johnny English" è un film che (a me) fa ridere, alcune gag sono irresistibili.

"Clerks" (il primo), invece continua a farmi tagliare in due dalle risate.

lapsuscalami ha detto...

La Dandini: la trovo detestabile. Se la vedo, tendo a cambiare canale così come tendo a cambire stazione quando sento Anna Pettinelli alla radio.
Quelle cose così, probabilmente perchè le trovo entrambi delle donne supponenti.
La Guzzanti: mi pare che si sia calata così tanto nella parte che è diventata "la parte". Come dire, un po' prigioniera del suo personaggio. Quando la guardo, mi sembra che abbia perso in lucidità. Il livore è troppo evidente e, per questo e ai miei occhi, risulta poco credibile.
Cosa che, oppsss, a volte penso di questa sinistra.
Il Guzzanti lui invece mi piace assai. Non è neanche un cesso di ometto, poi.
Del padre Pel di Carota e delle dinasty sui loro rapporti, poco ho seguito e poco mi frega.
La storia di Ed Wood la conoscevo da ben prima che se ne facesse un film e ma quello che è stato fatto è stato fatto bene: era una storia a rischio e ne poteva uscire fuori un chiavicone raro.
Tutto quanto sempre in my humble opinion.

lapsuscalami ha detto...

Opsss: omen nomen.

...le trovo entrambe delle donne supponenti.

luciano ha detto...

Insomma, mi toccherà rivedere Ed Wood. (E superare la mia idiosincrasia per Burton e...come si chiama il suo attore?...quello dei pirati della maledizione della terza luna e di Edward Manidiforbice...che vuoto non ricordarlo...comunque un attore che non reggo)
http://lucianoidefix.typepad.com/

Tic. ha detto...

Davvero non reggi Burton, Luciano?
Io sono un fan terminale del suo immaginario (come lo vogliamo definire? Gotico? Dark? Tra fumetto, letteratura di genere e arte pop della migliore).

ED WOOD è un film magnifico. Martin Landau che interpreta Bela Lugosi è roba da Oscar (ammesso e non concesso che gli Oscar vogliano dire qualcosa).
Ma ti consiglio pure IL MISTERO DI SLEEPY HOLLOW (sempre con Johnny Depp), NIGHTMARE BEFORE CHRISTMAS (che è genio puro) e il suo secondo BATMAN (io piango sempre alla scena in cui Pinguino, quel povero freak, muore).

Nemmeno mia moglie, ahimé, ama Burton.
E nemmeno Takeshi Kitano (no comment).
E sapere che non conosce praticamente NULLA del cinema pre anni Ottanta mi sconvolge...

yodosky ha detto...

Mammifero bipede m'ha dato da riflettere... mmmmhh...inizierò a catalogare i film secondo il grado di divertimento. E parlo seriamente, stavolta!!!

barone von furz ha detto...

a me la dandini non dispiace e lei caro tic mi sta diventando più elitario di certa sinistra romana...se va avanti così sarà ricevuto dal papa...mi è molto simpatico vergassola e la banda osiris...

Tic. ha detto...

Sinistra romana di cui la Dandini è figura di spicco. Con qualche bella quota di potere da gestire, pure (ma questo non mi infastidisce, a dire il vero).

tic

P.S.
La Banda Osiris mi piace.
Vergassola un po' meno.

Fabio Montale ha detto...

L'insonnia e la noia. Ed ecco che torno.
Suonerebbe meglio cosi', caro tic:
"Spesso poi tvattiamo questi quattvo guitti, nemmeno tvoppo divevtenti, da politici..."

Caro tic, ti tocchi

Tic. ha detto...

Marsigliese della malora!
Cheffà?
Torna qui(dopo un bel po' di tempo) e si stupisce di ritrovarmi snobbino alquanto?
Io sono di uno snobismo imbarazzante, si sa.
E l'ho dichiarato pure nella testata del blog. Onestemente, me ne dia atto.
Spero che nessuno abbia pensato che stessi facendo dell'ironia.

A me la tivvù sta sul pacco QUASI a prescindere, si sa...
La Dandini è niente.
E la sinistra non dovrebbe ridere troppo, che non c'è niente da ridere...

Mammifero Bipede ha detto...

Quoto!