domenica 28 settembre 2008

Paul Newman

Il mio Paul Newman preferito è Henry Gondorff.

"È inutile essere un artista se devi vivere come un impiegato".

Poi c'è Butch Cassidy.

- “Li abbiamo seminati. Tu credi che li abbiamo seminati?”
- “No.”
- “Neanch'io...”

Infine Fast Eddie Felson.

“Sono il più forte che tu abbia mai visto. Anche se mi batti, resterò sempre il migliore.”

4 commenti:

Mammifero bipede ha detto...

Addio Paul!

lapsuscalami ha detto...

Il primo ricordo che ho di Paul Newman è Ben Quick ne "La lunga estate calda. Da piccola, quando la televisione faceva vedere dei bei film a ore normali.
Un gran figo.
E non si equivochi: il fatto che fosse ANCHE un gran bell'uomo (forse anche un po' del sindaco di M., mi si conceda) è un fatto, almeno per quel che mi riguarda, quasi (non sono così ipocrita) del tutto trascurabile.

Tic. ha detto...

Me lo ricordo anch'io, l'incendiario...

E in quel film c'erano pure Orson Welles (intrepretava film di altri, per vivere), Joanne Woodward (galeotto fu proprio quel film, mi pare...), Lee Remick ed Anthony Franciosa.
L'ho visto un sacco di volte, LA LUNGA ESTATE CALDA.
Si è capito, vero?

Anonimo ha detto...

era ed è un grande!